Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

1944

Antonio Stefano Benni, 1944 (Fondazione Isec, fondo Ercole Marelli).

 
 

31 marzo Palmiro Togliatti, segretario del Pci, propone un Governo di unità nazionale per la lotta contro il nazi-fascismo: è la “svolta di Salerno”, che consente di superare le divergenze all’interno del Cln

22 aprile Badoglio forma un nuovo esecutivo – Governo di unità nazionale – a Salerno: dopo venti anni di dittatura fascista sono rappresentati i partiti democratici

1° maggio Il Partito comunista e il Cln indicono uno sciopero generale nelle Regioni del Nord occupate dai nazisti: vi partecipano oltre 500.000 operai, che bloccano le produzioni belliche e sostengono le agitazioni per diversi giorni; centinaia di scioperanti vengono arrestati e inviati nei campi di lavoro in Germania giugno Roma è liberata dagli alleati; al Governo Badoglio succede quello di Ivanoe Bonomi, rappresentativo del Cln

9 giugno Con il “patto di Roma” tra cattolici, socialisti e comunisti nasce la Confederazione generale italiana del lavoro (Cgil), sindacato unitario di tutti i lavoratori italiani

15 giugno A Torino, gli operai di Mirafiori scioperano a difesa degli impianti produttivi delle officine Fiat, per evitare il trasferimento dei macchinari in Germania; scioperi e manifestazioni dilagano durante l’estate nei territori occupati dai tedeschi; i partigiani organizzano nelle Regioni del Nord la resistenza armata alle offensive nazifasciste

12 settembre Rifondazione della Confindustria quale organismo ad associazione volontaria degli imprenditori

26 dicembre Il Governo Bonomi delega al Cln alta Italia (Clnai) i pieni poteri nelle zone occupate dai nazifascisti