Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Venezia-Mestre 1945 - 1970: Gli anni gloriosi

I danni causati dalla guerra intaccano gravemente le infrastrutture e gli stabilimenti del porto industriale (dove si concentrano le industrie chimiche e petrolchimiche), paralizzando così gran parte delle attività produttive e aumentando i livelli di disoccupazione e povertà. La ricostruzione comincia immediatamente, anche se la penuria di macchinari, la mancanza d’energia, combustibile e materie prime non facilita l’opera. È grazie all'azione combinata delle istituzioni centrali e locali che il processo di ricostruzione si mette in moto: da un lato il Piano Marshall e, dall'altro, l'intenso ruolo svolto da istituzioni come la locale Camera di commercio, fondamentale nel raccogliere i finanziamenti da privati per la ricostruzione delle infrastrutture esistenti e per il loro potenziamento.
Già nel 1952 il periodo della ricostruzione si poteva considerare concluso, e recuperati i livelli produttivi del periodo pre-bellico; sia il movimento turistico, sia quello marittimo continua

  • 27 agosto 1953

    Viene predisposto un Progetto di massima per l'ampliamento della zona industriale, approvato dal Consiglio superiore dei lavori pubblici il 10 marzo 1955
  • 31 marzo 1956

    Pubblicazione della legge speciale recante i provvedimenti per la salvaguardia del carattere lagunare e monumentale di Venezia attraverso opere di risanamento civico e interesse turistico
  • 22 dicembre 1958

    Si costituisce il nuovo Consorzio per l'ampliamento e lo sviluppo di Porto Marghera
  • 20 ottobre 1960

    Con la legge n. 1233 si istituisce il Consorzio per la II Zona industriale di Porto Marghera
  • 27 novembre 1962

    Con la legge che stabilisce la nazionalizzazione di tutte le imprese elettriche, la SADE, fondata nel 1905, è inglobata dall'ENEL
  • 2 marzo 1963

    È istituito il consorzio obbligatorio tra i Comuni di Venezia e di Mira, la Provincia di Venezia, la Camera di commercio, industria e agricoltura di Venezia, il Provveditorato al porto di Venezia
  • 7 luglio 1964

    Viene approvato e adottato dal Consorzio il Piano regolatore generale della futura III zona industriale, in sostituzione del progetto del 6 giugno 1956
  • 22 dicembre 1965

    I consigli di amministrazione della Montecatini e della Edison approvano il progetto della loro fusione e nel marzo 1967 si costituisce la Montedison
  • 4 novembre 1966

    Alluvione a Venezia: l'acqua, non rispettando più l'andamento di flusso e riflusso delle maree a causa del mare burrascoso, invade la città, causando danni per miliardi di lire.
  • 20 giugno 1969

    Si costituisce la IOR-Industrie Ottiche Riunite spa a opera della Filotecnica Salmoiraghi spa di proprietà della Finmeccanica (finanziaria IRI) e delle Officine Galileo di Marghera spa, di proprietà della Montedison.
  • 23 maggio 1973

    Entra in vigore la legge speciale n. 171 per la salvaguardia di Venezia