Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Milano 1896 - 1918: La prima industrializzazione

Nei decenni finali del secolo la struttura produttiva della città presenta ancora una configurazione marcatamente dualistica: a isolati nuclei industriali di una certa consistenza si contrappone un magma di officine e laboratori celati nelle pieghe dell’abitato, nei quali non è sempre facile distinguere il confine tra artigianato e manifattura. Tuttavia è evidente che le esigenze tecniche – quali il bisogno di grandi edifici progettati per ospitare motrici a vapore e macchinari e di spazi più ampi per magazzini e depositi –, unitamente all’accresciuto costo delle aree e degli immobili nel centro della città, stanno per innescare un movimento centrifugo delle attività produttive. Sul finire del secolo la geografia industriale del capoluogo appare ormai abbastanza definita nei suoi tratti di fondo, anche se il pieno dispiegamento del processo di decentramento degli impianti industriali richiede tempi lunghi.
Nel 1898, secondo gli uffici di pubblica sicurezza, gli continua

  • 10 novembre 1902

    Inaugurazione ufficiale dell'Università commerciale "Luigi Bocconi"
  • 15 novembre 1903

    Si costituisce la società Tecnomasio italiano Brown Boveri, specializzata in produzione elettromeccaniche: strumentazione elettrica, dinamo e poi soprattutto locomotive. Nel 1906 inizierà la costruzione di un grande complesso industriale a piazzale Lodi
  • dicembre 1905

    Entra in funzione il nuovo grande stabilimento della Ercole Marelli di Sesto San Giovanni per la produzione di ventilatori, piccoli motori elettrici, elettropompe centrifughe e trasformatori. Nel 1911 arriverà a occupare 1.500 addetti, per metà giovani donne
  • 26 gennaio 1906

    Con il sostegno della Banca commerciale italiana, Giorgio Enrico Falck costituisce la società anonima Acciaierie e ferriere lombarde (dal 1938 Afl Falck), rilevando le ferriere di Vobarno e quelle di Dongo. La grande acciaieria ubicata a Sesto San Giovanni, dotata di nuovi forni elettrici Martin-Siemens e di un moderno laminatoio, entrerà in funzione nel 1908
  • 26 aprile 1906

    Si inaugura l'Esposizione internazionale del Sempione, un evento capace di convogliare in città migliaia di visitatori, sancendo il rango internazionale di Milano
  • 1908

    La Breda raggiunge il traguardo della sua millesima locomotiva prodotta e lo celebra con la pubblicazione dell'opuscolo Per la millesima locomotiva
  • 1909

    In autunno un gruppo di industriali lombardi rileva lo stabilimento del Portello della Società italiana automobili Darracq. Il primo gennaio 1910 viene avviata la produzione della "24HP", su progetto di Giuseppe Merosi. Il 24 giugno la ditta muta la ragione sociale in l'Alfa (Anonima lombarda fabbrica automobili), che successivamente, il 2 dicembre 1915, verrà rilevata dall'ingegnere napoletano Nicola Romeo. Nello stesso anno entra in funzione il nuovo stabilimento della Pirelli a Bicocca, che occupa un'area di 151.853,40 metri quadrati
  • 6 marzo 1916

    Il Consiglio d'amministrazione della Edison chiama Giacinto Motta alla Direzione Generale. Nominato Consigliere delegato nel 1918, guiderà la società fino al 1941
  • 7 dicembre 1918

    Inaugurazione della Rinascente nei locali rinnovati dei vecchi magazzini Bocconi, rilevati nel 1917 da Senatore Borletti. Qualche settimana dopo, nella notte di Natale, i locali saranno completamente distrutti da un incendio e La Rinascente riaprirà solo il 21 aprile 1921