Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Fiat

Complesso Archivistico
  • Denominazione

    Fiat
     
  • Tipologia

    fondo
     
  • Da

    1911
     
  • a

    1990
     
  • Consistenza

    pellicole 26.000
     
  • Descrizione

    Il fondo è composto da 26.000 pellicole positive e negative in 35mm e 16mm. I titoli complessivi sono circa 1.250 a cui si aggiungono colonne sonore, girati, tagli, copie multiple e un centinaio di pellicole prodotte da altre aziende. Trattasi di materiali realizzati in ambito d'impresa a partire dalle origini del cinema: documenti visivi che costituiscono una fonte primaria per la ricostruzione della storia economica e sociale del Novecento e della città di Torino. L'attività di produzione cinematografica si incrementa soprattutto a partire dalla fondazione del Cinefiat nel 1953, che consente di diffondere in modo più strutturato l'immagine dell'azienda in parallelo allo sviluppo delle attività produttive avvalendosi dell'opera di specialisti del cinema industriale (Franco Taviani, Victor de Santis, Claudio Sterpone, Stefano Calanchi, Stefano Canzio, Silvio Maestranzi) e della collaborazione con registi affermati come Alessandro Blasetti, Valentino Orsini, Giorgio Treves, Nikita Michalkov, Claude Lelouch; o direttori della fotografia come Luigi Kuveiller, Lulciano Tovoli, John Acott; per i quali il cinema industriale diventa un'occasione per sperimentare.
     
  • Soggetti Produttori