Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno Spa - Mukki Latte, Firenze, 9 dicembre 1954 -

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno Spa - Mukki Latte, Firenze, 9 dicembre 1954 -
     
  • Altre denominazioni

    Consorzio per la centrale del latte di Firenze Spa

    Mukki Latte

    Consorzio per la centrale del latte di Firenze e Pistoia Spa

    Centrale del latte di Firenze, Pistoia e Livorno - Mukki latte Spa

     
  • Tipologia

    Ente

     
  • Date

    Data di attivita' 1951 ago 27 -

  • Luoghi

    Sede Firenze

  • Qualifiche

    Tipo ente ente economico/impresa

    Natura giuridica privato

  • Descrizione

    La crescente concentrazione della popolazione fiorentina negli anni Trenta del Novecento fa aumentare la domanda di latte fresco. Nel 1934 si costituiscono tre consorzi municipali per la conservazione e la distribuzione del latte fresco e si gettano le basi per la realizzazione di un unico stabilimento per la produzione del latte.
    Nel dopoguerra, il 27 agosto 1951, grazie alla determinazione di Giorgio La Pira, si costituisce il Consorzio per la centrale del Latte di Firenze, una società per azioni il cui capitale sociale era di 5.250.000 lire, rappresentato da 5.250 azioni, suddivise tra il Consorzio Agrario (2.500), la Cooperativa Latte e Derivati (2.500), la Cassa di Risparmio di Firenze (125) e la Banca Nazionale del Lavoro (125). I consumi del latte, ridotti durante la guerra, aumentano ulteriormente, anche a causa di sostanziali modifiche nelle abitudini alimentari degli Italiani.
    Il 9 dicembre 1954 ha inizio l'attività nello stabilimento di via Circondaria; in quel periodo venivano prodotte ogni giorno 80.000 bottiglie di latte, per un costo di 83 lire al litro; i dipendenti erano 125, 17 furgoni di dotazione.
    La Centrale del Latte operava in regime di monopolio, detenendo l'esclusiva nella raccolta, nella produzione e nella distribuzione del latte al consumo. Nel 1963, mentre La Pira era ancora sindaco, a seguito di una ristrutturazione aziendale e al fallimento della "Cooperativa latte e derivati", il Comune di Firenze decide di acquistare 5000 azioni (pari al 9...