Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Ferragamo, Firenze, 1946 -

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Ferragamo, Firenze, 1946 -
     
  • Altre denominazioni

    Ferragamo

     
  • Tipologia

    Ente

     
  • Date

    Data di attivita' 1945 -

  • Luoghi

    Sede Firenze

  • Qualifiche

    Tipo ente ente economico/impresa

    Natura giuridica privato

  • Descrizione

    Salvatore Ferragamo nasce a Bonito in provincia di Napoli nel 1898. Già nel 1911 è titolare di un negozio in proprio a Bonito con sei lavoranti. Nel 1914 va a Boston dove un fratello lavora in una fabbrica di scarpe; convince tutti i fratelli a trasferirsi in California e, prima a Santa Barbara, poi a Hollywood dove apre un negozio di riparazioni e di scarpe su misura, che presto diviene famoso. Ferragamo disegna calzature per il cinema, le star dell'epoca diventano sue clienti. Ferragamo torna in Italia e si stabilisce a Firenze dove apre la sua prima bottega con 60 operai in via Mannelli e in poco tempo è in grado di tornare in America con il primo campionario e di avviare un flusso di esportazioni dall'Italia verso gli Stati Uniti. Nel 1933, in conseguenza della crisi mondiale del dollaro dopo il crollo del '29, l'azienda Ferragamo fallisce. Viene rifondata intorno al 1938. Una nuova clientela italiana sostituisce quella internazionale; nel periodo dell'autarchia nascono alcune delle sue invenzioni di maggiore successo, come le famose "zeppe" di sughero (brevettate nel 1936) o le tomaie in cellophane e in rafia. Nel 1938 acquista Palazzo Spini Feroni dove già da tempo aveva trasferito il laboratorio, e vi colloca la sede dell'azienda. Da lì a poco acquista la villa rinascimentale "Il Pelagio" sulle colline di Fiesole. Nel 1940 sposa Wanda Miletti da cui avrà sei figli. Nel dopoguerra Ferragamo è di nuovo in grado di esportare in Europa e negli Stati Uniti. Nel 1947 cre...