Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Bombrini, Genova, sec. XIX prima metà -

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Bombrini, Genova, sec. XIX prima metà -
     
  • Altre denominazioni

    Bombrini

     
  • Tipologia

    Famiglia

     
  • Date

    Data di attivita' sec. XIX prima metà -

  • Descrizione

    La famiglia Bombrini è legata alle vicenda dell'Ansaldo in quanto Carlo (Genova, 3 ottobre 1804 - Roma, 15 marzo 1882), banchiere ed imprenditore, è stato tra i fondatori della società.
    Alla sua morte, i suoi figli Giovanni (Genova, 1838-1924) e Carlo Marcello (Genova, 1835-1910) avviarono una politica di rilevanti investimenti nell'ammodernamento dell'Ansaldo, riorganizzandone anche la direzione tecnica, affidando nel 1883 la direzione del Meccanico all'ingegnere Antonio Omati. Proprio su questo terreno le strade dei Bombrini si incrociarono con quella di Ferdinando Maria Perrone, allorché Omati che di Perrone era cognato, lo contattò per avviare una linea d'affari in Argentina.
    Nel 1903, grazie all'appoggio della Armstrong Whitworth & Co., una delle imprese navalmeccaniche leader al mondo, con la fondazione dell'Ansaldo Armstrong & C. Perrone diventò amministratore delegato, riuscendo anche ad inserire i due figli, Pio e Mario, nell'organigramma della nuova società. I Bombrini, scavalcati dall'aggressivo Perrone, che al 1904 insieme ai figli possedeva 7 milioni del capitale della società, uscirono gradualmente di scena.