Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Olivetti, Adriano, (Ivrea 1901 - Aigle 1960)

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Olivetti, Adriano, (Ivrea 1901 - Aigle 1960)
     
  • Altre denominazioni

    Olivetti Adriano

     
  • Tipologia

    Persona

     
  • Date

    Data nascita 11 apr 1901

    Data morte 27 feb 1960

  • Luoghi

    Luogo di nascita Ivrea

    Luogo di morte Aigle

  • Qualifiche

    Professione Imprenditore

  • Descrizione

    Adriano Olivetti nasce a Ivrea l'11 aprile del 1901. Negli anni della formazione è molto attento al dibattito sociale e politico; frequenta ambienti liberali e riformisti, collabora alle riviste L'azione riformista e Tempi nuovi ed entra in contatto con Piero Gobetti e Carlo Rosselli.
    Dopo la laurea in Chimica industriale al Politecnico di Torino, nel 1924 inizia l'apprendistato nell'azienda paterna come operaio. L'anno seguente, accompagnato da Domenico Burzio, compie un viaggio di studi negli Stati Uniti dove visita un centinaio di fabbriche. Al ritorno, propone un vasto programma di progetti e innovazioni per modernizzare l'attività della Olivetti: tra gli altri, organizzazione decentrata del personale, direzione per funzioni, razionalizzazione dei tempi e metodi di montaggio, sviluppo della rete commerciale in Italia e all'estero. In seguito avvia anche il progetto della prima macchina per scrivere portatile, che uscirà nel 1932 con il nome di MP1.
    La nuova organizzazione fa aumentare in maniera significativa la produttività della fabbrica e le vendite dei prodotti. Nel 1931 compie un viaggio in URSS con una delegazione di industriali italiani. Lo stesso anno introduce in Olivetti il Servizio Pubblicità, che fin dagli inizi si avvale del contributo di importanti artisti e designer; l'anno seguente istituisce l'Ufficio Organizzazione. Alla fine del 1932 è nominato Direttore Generale dell'azienda, di cui diventerà Presidente nel 1938 subentrando al padre Camillo...