Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Fattoria dell'ospedale Serristori, Figline Valdarno (Firenze), sec. XV - sec. XX

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Fattoria dell'ospedale Serristori, Figline Valdarno (Firenze), sec. XV - sec. XX
     
  • Altre denominazioni

    Fattoria dell'ospedale Serristori di Figline Valdarno

     
  • Tipologia

    Ente

     
  • Date

    Data di attivita' sec. XV - sec. XX

  • Luoghi

    Sede Figline Valdarno (Firenze)

  • Qualifiche

    Tipo ente ente economico/impresa

    Natura giuridica pubblico

  • Descrizione

    Fino dalla fondazione l'Ospedale Serristori fu proprietario di un consistente patrimonio immobiliare e terriero, frutto di acquisti ma soprattutto di donazioni e lasciti. Già nel 1427 lo spedalingo denunciava il possesso di otto poderi più alcune vigne e altri pezzi di terra, i poderi salirono a 10 nel 1545 e a 20 due secoli dopo.
    Buona parte di ciò che veniva ricavato dai poderi concessi a mezzadria doveva andare a soddisfare le esigenze quotidiane dell'Ospedale. La prima notizia certa dell'esistenza di un fattore e quindi della costituzione di una fattoria con amministrazione separata da quella del nosocomio risale al 1693. Da allora il fattore fu autorizzato a compilare registri di entrate e uscite della fattoria, che poi dovevano essere controllati dagli spedalinghi. La fattoria ha seguito le vicende dell'Ospedale fino ai nostri giorni.