Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Fattoria Ripa d'Orcia, Castiglione d'Orcia, secc. XVII-XX

Soggetto Produttore
  • Forma autorizzata del nome

    Fattoria Ripa d'Orcia, Castiglione d'Orcia, secc. XVII-XX
     
  • Altre denominazioni

    Fattoria Ripa d'Orcia

     
  • Tipologia

    Ente

     
  • Date

    Data di attivita' sec. XVI inizio -

  • Luoghi

    Sede Castiglione d'Orcia (Siena)

  • Qualifiche

    Tipo ente ente economico/impresa

    Natura giuridica privato

  • Descrizione

    Antica proprietà dello Spedale di Santa Maria della Scala di Siena, poi dei Salimbeni e successivamente, dal '500 all'800 della famiglia Piccolomini.
    Attualmente appartiene alla signora Laura Aluffi Pentini la quale, nel 1963, ha depositato presso l'Archivio di Stato di Siena la parte più antica dell'archivio.
    [Dal sito dell'azienda del Castello di Ripa d'Orcia]:
    "Sebbene l'indicazione più antica dell'esistenza di un abitato in località Ripa d'Orcia, talora con la variante Ripa al Cotone, risalga, secondo il "Dizionario geografico fisico storico della Toscana" del Repetti, al 1271 anno nel quale si trova inviato sul posto "un giusdicente minore sotto gli ordini del potestà di Siena", F. Salimei riporta che i Salimbeni "dovettero possedere fin dal secolo XII in Val d'Orcia fra l'altro i castelli di Chiarentana e della Ripa d'Orcia" e che questi furono "interamente opera loro (dei Salimbeni)". Ulteriori notizie anticiperebbero al 18 luglio 1213 la prima comparsa della Ripa nei documenti, mentre certo è che la Ripa, tra il 1250 e il 1258, fu venduta dalla consorteria dei Tinniosi alla Repubblica di Siena data la sua importanza militare e strategica durante le numerose ed aspre lotte fra le potenti famiglie e il governo cittadino.
    Nel 1274 il Castello di Ripa d'Orcia, insieme a molti altri possedimenti, è di proprietà della famiglia Salimbeni la quale si pone in Val d'Orcia a capo di un vero e proprio Stato. La Ripa al Cotone di Valdorcia, pur essendo valutata meno di altri p...