Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

Servizio Archivistico Nazionale

Archivi d'impresa

Milano 1861 - 1896: Prima dell'industria

Nel 1861, al momento del primo censimento generale della popolazione del nuovo Regno d’Italia, Milano è una città di quasi 200.000 abitanti, senza contare i 47.000 residenti dei sobborghi esterni alle mura (fino al 1873 una realtà amministrativa autonoma, seppur funzionalmente legata alla città). Una grande città dunque, ma dal profilo ancora tradizionale: racchiusa entro il circuito delle vecchie mura spagnole e densamente disposta attorno all’antico nucleo urbano di origine medievale, Milano non appare a un primo sguardo molto cambiata rispetto all’inizio del secolo. A ben vedere, però, sta rapidamente cambiando. Più ancora del rinnovamento edilizio di numerose strade del centro, a imprimere un carattere di modernità alla città è la presenza della ferrovia, dell’officina del gas e di alcuni “colossali stabilimenti” come il bottonificio continua

  • 28 gennaio 1872

    Viene costituita la società in accomandita semplice G. B. Pirelli e C. per la fabbricazione e vendita di articoli di gomma elastica, con un capitale sociale di 215.000 lire. Lo stabilimento di via Ponte Seveso 19 entrerà in funzione nel giugno 1873
  • 1877

    Ferdinando e Luigi Bocconi rilevano l'Hotel Confortable all'angolo tra le vie Tommaso Grossi e Carlo Alberto, e lo trasformano in un grande magazzino (il primo in Italia) per la vendita di ogni genere di stoffe, capi di abbigliamento e accessori di arredo
  • 5 maggio 1881

    Si inaugura l'Esposizione industriale nazionale, importante vetrina del processo di modernizzazione in corso in Italia. Resterà aperta fino al 1° novembre e sarà visitata da oltre un milione e mezzo di persone
  • 8 marzo 1883

    Nei locali del vecchio teatro di Santa Radegonda, il Comitato promotore per le applicazioni dell'elettricità, promosso dall'ingegner Giuseppe Colombo con il sostegno finanziario di importanti istituti di credito e numerosi banchieri, installa la prima centrale termoelettrica realizzata nell'Europa continentale per la distribuzione continua di energia
  • 6 gennaio 1884

    Viene costituita, con capitale sociale di 3 milioni di lire, la Società generale italiana di elettricità sistema Edison. In breve diventerà la più importante società elettro-commerciale del Paese
  • 9 novembre 1886

    Si costituisce la società in accomandita Ing. E. Breda e C., che rileva la vecchia officina meccanica dell'Elvetica per dedicarsi alla costruzione di locomotive e materiale ferroviario
  • 25 settembre 1891

    Osvaldo Gnocchi Viani, organizzatore sindacale dei tipografi, esponente del Partito operaio, promuove la creazione della Camera del lavoro. Il Consiglio comunale approva un contributo di 15.000 lire e mette a disposizione i locali in un'ala del Castello Sforzesco
  • 10 ottobre 1894

    Viene fondata la Banca commerciale italiana con un capitale sociale di 20 milioni di lire, tre quarti dei quali sottoscritto dalle sei maggiori banche tedesche insieme a banche austriache e svizzere
  • febbraio 1895

    Viene fondato il Credito italiano. Nel 1901 viene avviata la costruzione della nuova sede in piazza Cordusio